Le stazioni costiere inglesi nel periodo napoleonico - :: I Telegrafi delle Due Sicilie ::

Vai ai contenuti
Segnalare in Mare | Le stazioni costiere inglesi nel periodo napoleonico (1795 - 1822)

Quello che segue è l'elenco delle stazioni per la segnalazione costiera istitute dall'Ammiragliato britannico a partire dal 1795.
Nel marzo del 1802, con la pace di Amiens, le stazioni furono sospese come atto di distensione tra la Gran Bretagna e l'Impero napoleonico ma quattordici mesi più tardi, nel maggio 1803, furono riattivate ed ulteriormente incrementate.
I sistemi di segnalazione utilizzati furono bandiere, corpi opachi e segnalazioni luminose notturne.
Stazioni di segnalamento sulla costa:
Da North Foreland a Land's End:
  1. East Hill, a Sud Ovest di Deal,
  2. Little Cornhill, a Ovest di South Foreland,
  3. Folkestone Cliff,
  4. Lympne, vicino Hythe,
  5. Dungeness Point,
  6. Fairlight,
  7. Beachy Head,
  8. Seaford Cliff,
  9. Hawk Hill, a Est di Brighton,
  10. Shoreham,
  11. Worthing (Parrocchia di Broadwater),
  12. Kingston, vicino Hampton River,
  13. Beaconsfield, tra Bognor e Middleton,
  14. Pagham,
  15. Selsey Point,
  16. West Wittering,
  17. Cumberland Fort,
  18. Parkhurst Forrest,
  19. Dunnose,
  20. Ashey Down,
  21. St. Catherine’s,
  22. Needle Point,
  23. Christ Church Head,
  24. Ballard Hill, Islola di Purbeck,
  25. Round Down, Isola di Purbeck,
  26. St. Albin’s Head, [potrebbe essere Alban’s],
  27. Hamborough Hill, a Ovest di Lulworth,
  28. The Verne, Portland,
  29. Punck-knoll,a Ovest di Abbotsbury, [confrontare Puncknowle su di una mappa moderna],
  30. Golden Cup, vicino Bridport, [potrebbe essere Golden Cap, lungo la spiaggia a Est di Charmouth],
  31. Whitelands, a Ovest di Lyme,
  32. Beer Head,vicino Colyton,
  33. Peek Hill, vicino Sidmouth,
  34. West-down Beacon,
  35. Dawlish Head,
  36. Berry Head,
  37. Coleton,vicino Dartmouth,
  38. Collegrew, o Start Point,
  39. Hunter’s Top, vicino Praule Point,
  40. Westfore, vicino Bolt Head,
  41. Gurnose (Bigbury Bay),
  42. Flag-Staff, vicino Maker Church, Plymouth,
  43. Penhale,  East Looe,
  44. Nealand, Polpero,
  45. Deadman's Point, Mevagissey,
  46. Greber Head, Tregohy,
  47. St. Anthony’s Head,
  48. Manacle Point, Helston,
  49. Black Head, Helston,
  50. Lizard Point, Park-braws, Helston,
  51. Park-lough, Helston, sul lato Est di Mount’s Bay,
  52. Tregoning Hill, Helston,
  53. Tetterdien, Penzance, lato Ovest di Mount’s Bay,
  54. St. Levans Point, Penzance,
  55. Land’s End, o Purdennick, Penzance.

Stazioni sulla costa nord, da Nore a Nord Yarmouth:
  1. Wakering Stairs,
  2. Isola di Foulness,
  3. Tellingham Grange,
  4. Bradwell, St. Peter’s Chapel,
  5. Colewick Farm, vicino St. Osyth Bay,
  6. Eastwick Farm, nel luogo denominato Hatchfield,
  7. Little Holland Wall,
  8. Burn House Land,
  9. Sul Nase Point,
  10. Beacon Hill,
  11. Feliz Stow,
  12. A Ovest di  Bawdsey Sea Marsh, nel luogo denominato Further Warren,
  13. Orford Castle,
  14. Red House Warren,
  15. Beacon Hill, nel municipio di  Dunwich,
  16. Easton Cliff vicino Ness Point,
  17. Cove Hythe,
  18. Guinton, a Nord di Lowestoffe,
  19. Yarmouth Dean.


Stazioni da St. Abbe’s Head a Leith
  1. St. Abbe’s Head,
  2. Dowlow a Sud del punto chiamato Fall’s Castle,
  3. Black Castle Hill,a Sud di Shatteraw Point,
  4. All'interno del forte di Dunbar Pier,
  5. North Berwick Law,
  6. Girlton Hill, a Sud Oves di North Berwick,
  7. Portseaton, nell'insenatura Frith of Forth,
  8. Carlton Hill, vicino Edinburgh.

Stazioni Cork, Irlanda
  1. County of Cork.
  2. Ballynacotta, Cloyne,
  3. Carlisle Fort, Cove,
  4. Roberts Head, Kinsale,
  5. Barry Point, Kinsale,
  6. Old Head of Kinsale, Kinsale,
  7. Seven Heads, Clonakilty,
  8. Galley Head, Clonakilty,
  9. Glandore, Roscarbery,
  10. Toe Head, Skibbereen,
  11. Kedge Point,
  12. Cape Clear,
  13. Lemcon,
  14. Brow Head,
  15. Mizen Head,
  16. Sheep's Head, Bantry,
  17. ? Bay, Bantry,
  18. Bear Island, Castletown,
  19. Black Ball Head, Castletown,
  20. Dursey Island, Castletown,
  21. Hogg Island.
Totale 103 stazioni telegrafiche a bandiera

24 giugno 1803 l'Ammiragliato emanò una circolare diretta alle stazioni di segnalamento richiedendo loro di trasmettere a Londra l'elenco completo di tutte le operazioni effettuate, compresi i dettagli delle condizioni meteo marine rilevate.

19 novembre 1803  alle stazioni navali di segnalamento dislocate lungo la costa fu ordinato di trasmette segnali anche nel corso della notte. Il segnalamento notturno fu garantito dalla combustione di una o più luci blu, accompagnato da una vampata di fuoco di non lunga durata.
La cura di questo tipo di segnali fu affidata all'esperienza del personale dell'esercito, in modo da non creare confusione tra le segnalazioni navali e quelle trasmesse dalle postazioni dell'esercito.
Esempio preparazione fuochi "Blue Lights" o "False Fire":
  • Versione 1: salnitro, arsenico giallo, zolfo
  • Versione 2: salnitro, orpimento giallo, zolfo, antimonio.
La trasmissione diurna a distanza dei segnali fu affidata al sistema "balls and flags", ovvero mediante l'utilizzo di bandiere e corpi opachi. Ad esempio per l'avvistamento di:
  • una fregata nemica o fregate = 1 pallone nero al disopra una bandiera;
  • piccole unità del nemico = 2 palloni neri al disopra una bandiera;
  • una nave nemica o nave nelle vicinanze della costa = 3 palloni neri al disopra una bandiera.
29 giugno 1812  Il metodo di comunicazione a bandiere e corpi opachi fu rivisto in favore dei semafori costieri simili al sistema francese Depillon. Dopo la fine della guerra contro Napoleone le stazioni semaforiche furono chiuse per essere in parte riaperte nel 1830-31 nell'intento di limitare le attività dei contrabbandieri. Nel 1822, a seguito della chiusura delle sei stazioni del telegrafo Murray a "sei persiane", furono realizzate stazioni semaforiche "Popham" per collegare l'Ammiragliato alla base navale di Portsmouth:
  1. Ammiragliato,
  2. Chelsea,
  3. Putney,
  4. Kingston, Coombe Warren,
  5. Esher, Cooper's Hill,
  6. Cobham, Chatley Heath,
  7. Guildford, Pewley Hill,
  8. Godalming, Bannicle Hill,
  9. Haslemere, Haste Hill,
  10. Midhurst, Hill Holder,
  11. Petersfield, Beacon Hill, South Harting,
  12. Petersfield, Compton Down, Compton,
  13. Bedhamton, Portsdown Hill, Camp Down,
  14. Portsmouth.
Totale 14 stazioni semaforiche

Stampa satirica inglese sulla pace d'Amiens
Caricatura sulla pace di Amiens di James Gillray, titolo: Il primo bacio di questi dieci anni! Ovvero l'incontro di Britannia e un Cittadino Francese. La scena: Un alto, magro ufficiale francese che bacia una Britannia grassa, riccamente vestita e seduta. Il cappello e la spada giacciono sul tappeto. Lo scudo e il tridente di Britannia sono poggiati sul muro dietro la sua sedia. Sopra di loro sono ritratti di Giorgio III e Napoleone, uno di fronte l'altro. L'ufficiale sta dicendo: "Signora, permettetemi di esternare la mia profonda stima alla vostra coinvolgente persona e sigillare sulle vostre divine labbra il mio eterno attaccamento !!!" Britannia replica: "Monsieur, siete davvero un gentiluomo ben educato! Ed, anche se mi fate arrossire, baciate così delicatamente che non posso rifiutarvi, anche se sono sicura che mi ingannerete di nuovo!"
Semaphore at Portsmouth (particolare) di Edward William Cooke, 1836 National Maritime Museum UK. Il quadro riproduce la stazione di segnalazione costiera della base Royal Navy di Portsmouth.
Balls and Flags, Schema di segnalazione
Balls and Flags, schema di segnalazione semaforica a distanza mediante l'uso di bandiere e corpi opachi
edificio ammiragliato a Londra
Due vedute dell'Ammiragliato di Londra: nella prima immagine si può osservare sulla destra, posto sul tetto dell'edificio, il telegrafo a persiane di Murray installato nel 1795; Nella seconda immagine sul tetto dello stesso edificio si osserava il nuovo semaforo installato dal 1822.
separatore
 A mio padre   
(Procida 1930 – Napoli 1980)
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons
Attribuzione - Non commerciale -
Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale
Stampa
Telegrafo  
dal greco antico tele (τῆλε) "a distanza" e graphein (γράφειν) "scrivere", scrittura.





Privacy
Torna ai contenuti